Come si progetta e realizza un video animato? Ecco cosa c'è dietro ai nostri lavori

Oround ComeFunziona VideoAnimato

Ecco il secondo dei nostri approfondimenti dedicati alla motion graphic e all’animazione. Parliamo qui delle fasi necessarie allo sviluppo di un video animato per uno spot, una campagna o una presentazione, dall’idea iniziale al prodotto finito.

Cosa c’è dietro alla realizzazione di un video animato?

Quello dei video animati in motion graphic è un mondo che in Italia non è molto conosciuto e sembra riservato a poche aziende con a disposizione grandi budget. Come abbiamo già visto nel nostro precedente articolo non è proprio così: un video animato può essere una soluzione adatta a molti casi.

Rispondiamo subito ad una domanda costante: quanto ci vuole?

Chiaramente dipende dalla portata e dalla complessità del progetto. Per un video di un minuto e mezzo possono essere necessarie dalle 2 alle 4 settimane di lavoro.

Vi siete mai chiesti che cosa si cela dietro ad un video aziendale animato?

Ecco come lavoriamo noi in queste lunghe settimane.

BeaMaco

NB: Le fasi indicate spesso si intrecciano tra loro, la storia influenza lo stile e la sonorizzazione spesso entra in gioco anche in fasi iniziali. Il seguente elenco traccia in modo indicativo quello che è il workflow usuale.

1: Capiamo le esigenze

È la prima fase e per noi è la più importante: capire qual è l’obiettivo di un video, qual è il suo scopo (Vendere? Informare? Coinvolgere?), cosa deve rappresentare e come si inserisce all’interno della strategia di comunicazione dell’azienda. In questa fase ci concentriamo sulle idee, sull’incipit e sulla concettualizzazione.

2: Cerchiamo e stabiliamo lo stile

Sempre tenendo a mente i valori dell’azienda e il tone of voice della comunicazione selezioniamo degli esempi più adatti e presentiamo le nostre proposte. Decidiamo assieme al cliente quale sarà lo stile grafico, non solo parlandone ma confrontando e proponendo immagini e tavolozze di colori. In questa fase cerchiamo la soluzione più adatta per i tempi ed il budget a disposizione, cercando di ottimizzare il lavoro e ottenere il miglior risultato possibile.

3: Lavoriamo nel dettaglio sulla storia

Stendiamo la sceneggiatura e ci lavoriamo fino a quando non ne siamo tutti soddisfatti. La sceneggiatura viene tradotta in uno storyboard, ossia una sequenza di immagini correlata da testi e appunti che consentono di valutare l’insieme e avere un’idea di quali saranno gli elementi in scena, i movimenti e il ritmo del video. Assomiglia vagamente ad un fumetto e ritrae tutte le scene del video.

07

4: Realizziamo le tavole

In questa fase, approvato lo storyboard, realizziamo delle tavole da disegno che fungono da base per l’animazione, creando da zero tutti gli elementi grafici di cui abbiamo bisogno. Per alcuni progetti, quando il budget era limitato, abbiamo utilizzato anche dei file provenienti da librerie, adattandoli al contesto e allo stile scelti.

Scena 4 Festa Torte Tavola disegno 1

5: Animiamo e sonorizziamo

È la fase più laboriosa ed è quella dove avviene la magia. Le tavole prendono vita sul ritmo dato dalla voce narrante e dalla musica scelta, oltre ovviamente agli effetti sonori dell’azione. È una fase che richiede cura e pazienza, ma ne vale la pena.

6: Render!

Clicchiamo sul pulsante “Esporta” e… aspettiamo! I video animati possono richiedere molte ore per essere elaborati. Abbiamo dei computer potenti e li lasciamo lavorare mentre noi… Ci godiamo una buona cena e una notte di riposo.

Cosa se ne fa un’azienda di un video animato?

A questa e ad altre domande abbiamo risposto nel precedente articolo dedicato all’animazione:
Video animati aziendali e motion graphic: come sfruttarli per comunicare le proprie idee.​

Ma perché scegliere proprio un video animato per comunicare? Di questo e altro parleremo nel nostro prossimo articolo!

Se hai qualche domanda non esitare a contattarci!

Avatar 02

Bea

Open chat
Scrivici direttamente su Whatsapp!